Cinti i fianchi con la Verità, rivestiti con la corazza della Giustizia

0
145

La vicenda di Charlie Gard (http://www.romagiornale.it/charlie-gard-eugenetica-democratica/) ha risvegliato migliaia di coscienze dal torpore dell’indifferenza.

La campagna di CitizenGO per Charlie Gard

Un vero e proprio popolo #prolife senza divisioni politiche, culturali e linguistiche. Una rete internazionale che si è mobilitata attraverso tutti i mezzi possibili su tutti i livelli.
Dall’Italia per prima è partita una raccolta di firme alla quale hanno aderito oltre mezzo milione di persone (http://www.citizengo.org/it/lf/71966-CHARLIE-GARD-HA-DIRITTO-DI-CONTINUARE-VIVERE-E-SPERARE).

Sono state fatte veglie di preghiera, manifestazioni e illuminati di blu i monumenti delle città in segno di solidarietà per Charlie e tutta la sua famiglia. Quest’ultima iniziativa si è diffusa addirittura a livello mondiale, coinvolgendo Brasile, Stati Uniti e Pakistan. Questa esperienza ha dimostrato che esiste un popolo vivo, che combatte per la difesa della vita.

Una grande comunità a livello internazionale.

Cosa fare ora? Fondamentale ora come non mai, la costruzione di forme locali di comunità al cui interno la civiltà e la vita intellettuale e morale possano essere conservate attraverso i nuovi secoli oscuri che già oggi incombono su di noi. Dobbiamo essere pronti a essere sconfitti e a vivere in condizioni di oppressione, così come hanno fatto i cristiani sotto il comunismo e stanno facendo oggi sotto i regimi islamici. Vivere ugualmente come cristiani coraggiosi che sfidino il sistema. Una comunità e una nuova regola di vita:”PREGHIERA E AZIONE!”

LEAVE A REPLY